[altra giornata... nella monotonia]

by - martes, enero 30, 2007

Tutto ritorna alla monotonia, le immature continuate,
i prodigii di luce, trapassando i vetri,
l'interminabile gocciolamenti di lacrime,
gelando il bordo della mia guancia.
L'incesante lacerazioni alla mia pellicia,
imponderabili goccie crudi mutilando il mio viso.

La straziante acidità delli mei lacrime,
ledendo le mie ferite,
che persistono.

L'incesante oscillazione delle foglie,
che si deducono dell'inerte ramatura.
e declinando, gallegiando nel'estuario del mio pianto.

E il vento anche ritorna,
dove si tende la mia anima impura.

Io ritorno alla irrequietezza, la desperazione, la follia,
la falsalità, l'ipocrisia.

A rimandare la mia sposta purezza.
Come sempre.
Aspettando a che tutto marcie uguale.
Che sia altro semestre d'antica monotonia.

Niente ho dirottato.




You May Also Like

3 comentarios